Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina -
il menu di navigazione -
Trasferimento della Conoscenza

Contenuto della pagina

Trasferimento della Conoscenza



Situazione brevetti
Sono state depositate 11 nuove domande di brevetto nel biennio 2015-2016 e due brevetti sono stati concessi in licenza. Il portafoglio dell’Università degli Studi di Pavia (UniPV) consta di 39 brevetti. Si è in una situazione di sostanziale pareggio tra spese vive per concessione ed entrate.
E’ stato siglato un accordo con Warrant Innovation Lab, basato su success fee, allo scopo di potenziare il numero di attori industriali interessati ai brevetti di UniPV. Questa società, con sede a Correggio (RE), opera come facilitatore dell’incontro tra le richieste dell’industria e le risposte applicative della ricerca, grazie ad un network composto da aziende, dipartimenti universitari, centri di ricerca pubblici o privati, spin-off e società di engineering. Il servizio offerto da Warrant Innovation Lab prevede un’attività di accompagnamento ed assistenza nell’identificazione di partner industriali interessati ad accordi di licenza o d’acquisto o comunque relativi al portafoglio brevettuale dell’Università di Pavia.
Un primo risultato è rappresentata dall’interesse di una società del Triveneto raccolto da un brevetto del Dipartimento di Scienze del Farmaco

Situazione spin off
E' stata approvata 1a nuova spin-off nel 2016, denominata enGenome proposta dai proff. Paolo Magni e Riccardo Bellazzi. Sono ad oggi 29 le spin-off complessivamente approvate in UniPV. Tali spin off sono equi-distribuite nelle aree ICT, scienze della vita e ambiente. Il fatturato di una sola supera i 4 milioni di Euro, per sette il fatturato supera i 100.000 Euro e le cinque più recenti risultano comunque in crescita.
Il territorio pavese sta dimostrando grande dinamismo nella crescita del numero di insediamenti di nuove start-up e spin-off.

Progetto Aster
Per iniziativa dell’ Università di Pavia, Comune, Provincia e Camera di Commercio di Pavia, nel febbraio 2007 è nata la società Polo Tecnologico Servizi S.r.l. (PTS), trasformatasi nel dicembre 2014 in PARCO TECNICO SCIENTIFICO DI PAVIA (PTS) società consortile a r.l.
PTS, il cui obiettivo primario è di agevolare l’interazione fra Ricerca e Mercato, intende essere una realtà pensata per stimolare il networking, un punto di riferimento per la promozione, il sostegno e lo sviluppo di imprese innovative, in fase di avviamento o già esistenti sul territorio, orientate alla ricerca, alla progettazione ed all’innovazione tecnologica e gestionale sia in campo dell’industria che dei servizi.
Per il perseguimento di questo obiettivo, PTS ospiterà al suo interno una serie di imprese ad alto contenuto di ricerca erogando direttamente servizi avanzati alle imprese incubate.
Grazie al finanziamento ASTER – Regione Lombardia, cui hanno aderito anche la Fondazione Banca del Monte di Lombardia ed altre società private, nel 2015 un edificio universitario sito in via Taramelli 24, è stato completamente ristrutturato ed è diventato la sede operativa del Parco Tecnico Scientifico – Life Sciences di Pavia. Il finanziamento ASTER ha, inoltre, assicurato l’acquisizione di strumentazione scientifica ad elevato profilo biotecnologico che fa del Parco un Centro in cui ricerca applicata ed innovazione tecnologica si integrano e fondono.
La strumentazione presente (MALDI 5800 TOF/TOF – per applicazioni in campo Proteomico; BIACORE T200 – tecnologia di Surface Plasmon Resonance per applicazioni in campo Immunologico; AF2000 MultiFlow FFF e Zetasizer Nano ZS – per applicazioni nel campo della caratterizzazione di Proteine, Biopolimeri e Nano-particelle; Electrospinning semi-industriale – per applicazioni in campo nano tecnologico; Activo-P14 Peptide Synthesizer – per la sintesi semiautomatica di peptidi e molecole organiche) ha attirato nel Parco spin-off accademici ed aziende già avviate (ARDIS, Besharp, Biobasic Europe, NAM, Noxamet, Polymerix) che dall’inizio del 2016 hanno sede operativa ed hanno avviato la loro attività in PTS.
Il progetto ASTER ha consentito anche la realizzazione di una efficiente piattaforma informatica per la gestione e l’accesso alla strumentazione attraverso un data base e un software di prenotazione disponibile on line. Saranno così disponibili la prenotazione e il successivo utilizzo non solo della strumentazione dislocata nel Parco ma anche quella disponibile in altre sedi del territorio in base a specifiche convenzioni da stipularsi.
In questo contesto multidisciplinare il PTS si pone come interlocutore privilegiato per tutti ricercatori e studenti dell’Ateneo pavese che vorranno sviluppare Start-up e spin-off nel settore scienze della vita.

Accordi con Enti esterni, pubblici e privati
L’Università degli Studi di Pavia, insieme a quelli milanesi, è stata inclusa nell’iniziativa Match Making attivato tra i “50 Progetti per far volare Milano” con l’obiettivo di favorire progetti di innovazione di prodotto e di servizio attraverso la collaborazione tra imprese ed Università/Centri di Ricerca in Lombardia nelle tematiche scienza della vita ed energia. Nel 2016 si sono tenuti 3 eventi e 2 ulteriori sono previsti entro la fine dell'anno. E' previsto il coinvolgimento di 11 ricercatori che hanno presentato e presenteranno brevetti, spin off o progetti di ricerca in stadio avanzato. Il 26 settembre 2016 è stato siglato con Assolombarda l’Accordo di collaborazione e per il capitale umano, la ricerca e l’innovazione. Sono state attivate nuove modalità di collaborazione e scambio tra mondo imprenditoriale e accademico, tra cui particolare rilevanza ha avuto proprio l’accordo per l’Innovation Match Making, il dottorato industriale, le lauree triennali in alternanza scuola-lavoro e la nuova Laurea Magistrale LM +.
E’ stato siglato con Confindustria, Polo Tecnologico di Pavia e Istituto del Commercio Estero (ICE – Agenzia) un Protocollo d’intesa per un progetto pilota su Pavia finalizzato a ridurre la distanza tra mondo accademico e produttivo e facilitare il trasferimento tecnologico. Nell’ambito di questo protocollo a fine 2016 verrà realizzato un evento di presentazione di alcune realtà imprenditoriali pavesi ad una gruppo di investitori esteri. Inoltre è stata attivata un’iniziativa volta a stimolare nuove idee suscettibili di sfruttamento commerciale: UniVenture, una business plan competition, con un montepremi di 20.000 euro offerti da ICE Agenzia e dal Comune di Pavia.

E’ stato raggiunto un accordo per la condivisione delle politiche di Ateneo in tema di valorizzazione della conoscenza con l’Università degli Studi di Bergamo, Brescia e di Milano Bicocca. I quattro Atenei hanno adottato le stesse linee guida strategiche in termini di spin off universitari e proprietà intellettuale.


Diffusione della cultura dell’Innovazione
Diverse iniziative sono state intraprese per la diffusione della cultura dell’innovazione presso gli studenti di UniPV.
UniPV Innovation è stata lanciata a fine 2014 insieme all’Associazione Activators Pavia, con lo scopo di offrire il primo punto di riferimento, all’interno dell’Ateneo, per studenti, dottorandi, ricercatori aspiranti imprenditori e favorire il networking tra innovatori ed aspiranti imprenditori. Si è creata una comunità tecnologica che si riunisce ogni quadrimestre in un diverso collegio. Fino ad ora si sono tenuti 7 incontri, con punte di oltre 100 presenze. Sono state presentate esperienze di imprenditori di successo, organizzate gare di pitch delle idee di studenti imprenditori o presentate iniziative dell’Università in materia di cultura imprenditoriale giovanile.
Insieme a Netval (Network per la Valorizzazione della Ricerca Universitaria), associazione che raccoglie numerose università ed enti di ricerca sostenendone la valorizzazione dei risultati della ricerca attraverso attività formative e di networking con istituzioni, mondo delle imprese e della finanza.
Per la seconda edizione in UniPV gli aspiranti imprenditori riceveranno dell’ateneo il supporto degli studenti di economia per la stesura del Business Plan relativo alla propria idea imprenditoriale. Sotto la supervisione del Professor Stefano Denicolai responsabile del corso di ICT & Innovation Management e dall’Angel Investor di I.A.G. Massimo Vanzi, gli studenti del corso lavoreranno allo sviluppo economico delle idee di business che sono state proposte alla call4Ideas UniVenture http://www.tinyurl.com/univenture2016. La partecipazione alla prima edizione è stata significativa con oltre 90 proposte ricevute, tra cui sono state selezionate 12 con un “mercato delle idee”. Per la seconda edizione, che ha il patrocinio della Camera di Commercio”, ICE Agenzia e Comune di Pavia hanno messo a disposizione 10.000 euro ciascuno.

Mobilità dei ricercatori: progetto Pavia- Boston
Il progetto Pavia –Boston, inserito all’interno della programmazione triennale, ha l’obiettivo di favorire esperienze di ricerca e/o didattica internazionali. L’idea infatti era quella che studiosi dell’Università degli Studi di Pavia potessero svolgere periodi presso istituzioni accademiche dell’area di Boston e viceversa studiosi delle Università di Boston a Pavia. Nel triennio 2014-2016 sono state finanziate un totale di 96 mobilità di cui 59 da Pavia a Boston e 37 da Boston a Pavia. Le Università bostoniane coinvolte sono state Harvard, MIT, Boston University, Northwest University, TUFTS University, Massacchussets University e Boston College.
I target fissati in fase di progettazione sono stati di gran lunga superati, si pensi infatti che nel 2015 abbiamo doppiato il target relativo alle mobilità outgoing e incoming (target 18, obiettivo raggiunto 34) e quasi quadruplicato il target relativo ai Visiting professors (target 4, risultato raggiunto 14). La spesa sostenuta per il finanziamento di tutte le mobilità 2014-2016 è stata di 473.000 euro di cui 313.000 finanziati dal MIUR e 160.000 euro dall’Università di Pavia.

Eventi di public engagement
Nel corso del 2015 i 6 musei che compongono il Sistema Museale di UniPV hanno organizzato un totale di 45 eventi speciali, con la partecipazione di quasi 25000 visitatori. In particolare il Museo di Storia Naturale con la sola Mostra dell’Elefante di Napoleone, che si aggiunge ad altri 7 eventi speciali, ha raccolto 10577 visitatori, il Museo della Tecnica Elettrica con 2 eventi speciali ha raccolto 6605 visitatori ed il Museo per la Storia dell’Università con 15 eventi speciali ha raccolto 3439 visitatori di cui 400 per la sola mostra sull’Universo.
Nel mese di ottobre 2016 UniPV ospiterà il Convegno Nazionale indirizzato a insegnanti di matematica delle scuole di ogni ordine e grado organizzato dal Dipartimento di Matematica "F. Casorati" su incarico della Commissione Italiana per l'Insegnamento della Matematica, commissione permanente dell'Unione Matematica Italiana. In Pavia si ritroveranno circa 500 insegnanti di ogni ordine e grado a discutere di formazione.
Nel mese di novembre 2016 UniPV ospiterà l’Italian Agile Day (#iad16) alla tredicesima edizione della conferenza gratuita dedicata ai metodi Agili per lo sviluppo e la gestione dei progetti software. La conferenza, che raduna un pubblico di circa 600 persone si rivolge agli sviluppatori software, project leader, IT managers, tester, architetti e coach che hanno esperienze da condividere o che iniziano solo ora ad interessarsi a questi temi. L’evento è organizzato dall’Italian Agile Movement che è un’Associazione di professionisti e accademici mossi dal desiderio di promuovere la cultura Agile in Italia.