Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina -
il menu di navigazione -
Polo Tecnologico

Contenuto della pagina

Polo Tecnologico

Nell’ambito del perseguimento della missione di trasferimento tecnologico dell’Ateneo è nata nel febbraio 2007 per iniziativa di Università di Pavia, Comune, Provincia e Camera di Commercio di Pavia la società Polo Tecnologico Servizi Srl (PTS).

La società non intende essere solo uno strumento dell’Accademia ma un portale che faciliti l’interazione tra il mondo della Ricerca e il Mercato.

Tra gli obiettivi di PTS:
• la promozione e il sostegno allo sviluppo di nuove Startup innovative e Spin off
• facilitare l’accesso alle innovazioni e alla ricerca alle imprese innovative

• aumentare la cultura imprenditoriale e incentivare le collaborazioni tra università e impresa.

Come attore di un eco-sistema complesso la PTS interagisce con partner industriali e istituzionali per creare un contesto che agevoli la nascita e l’accelerazione di start up. Nonché l’innovazione di prodotto e processo per le aziende esistenti.

La PTS, ricapitalizzata nel 2012, attraverso la cooperazione con altre Istituzioni pubbliche sul territorio, Fondazioni e imprese private, intende offrire servizi orientati allo sviluppo dell’imprenditoria.

In questo quadro le Istituzioni partecipanti hanno convenuto di destinare al suo sviluppo una parte significativa delle risorse provenienti dal progetto Aster cui hanno aderito anche la fondazione Banca del Monte di Lombardia e società private. Tale progetto, focalizzato sullo sviluppo di insediamenti produttivi nell’ambito delle biotecnologie, si è aggiudicato, in sede di pre-selezione, il primo posto di un bando della Regione Lombardia.

Le risorse saranno utilizzate per predisporre la nuova sede della PTS e per ospitare Spin off in spazi attrezzati messi a disposizione dell’Ateneo nel cuore dal campus universitario, dove sono raccolti i Dipartimenti scientifici e tecnologici dell’Università.
Il progetto prevede di realizzare luoghi di co-working fisico e virtuale e consentire l’accesso alle risorse di interesse delle aziende come strumentazione e competenze presenti nell’Ateneo.


A Pavia è inoltre è operativo dall’aprile 2012 il Polo Tecnologico di Pavia. Oltre a spazi e tecnologie, il Polo offre numerose opportunità per moltiplicare le possibilità di sviluppo dell'attività imprenditoriale.

In esso è oggi insediato un cluster di imprese ad alta intensità di conoscenza e con significativi contenuti tecnologici, alcune delle quali spin-off accademiche, oltre ad una sede del Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell’Informazione. Le imprese insediate hanno la possibilità di disporre di locali strutturalmente personalizzati in coerenza con le proprie specifiche esigenze funzionali e di “fare rete” con altre imprese, oltre che con l’adiacente realtà universitaria e scientifica.
In particolare, in collaborazione con Mind the Bridge Foundation, a partire dal gennaio 2013 il Polo ospiterà uno sportello dedicato a rispondere alle domande delle start-up.

Su base trimestrale verranno valutate e selezionate, attraverso una call for ideas dedicata, le migliori business ideas provenienti da studenti, ricercatori universitari e giovani imprenditori. I progetti selezionati verranno accolti per un periodo di tre mesi nel programma di accelerazione del Polo che garantirà office space, supporto amministrativo e servizi di mentorship.

Tra i progetti ammessi al programma di accelerazione quelli migliori avranno la possibilità, attraverso una borsa di studio, di partecipare alla Mind the Bridge Startup School, la prestigiosa scuola di imprenditorialità che Mind the Bridge organizza presso il proprio Gym a San Francisco.

Il Polo Tecnologico è localizzato in Via Cuzio, nell’area ex-Marelli ristrutturata, a breve distanza dal campus universitario. Esso è nato grazie agli investimenti di un’impresa privata, Durabo, a suo tempo sollecitati dalla società Polo Tecnologico Servizi. La collaborazione con l’Università è al cuore dell’iniziativa.