Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina -
il menu di navigazione -
Consultazione degli studenti

Contenuto della pagina

Consultazione degli Studenti

CpS - Commissione Permanente Studenti

Statuto di Ateneo
Art. 42 – Commissione permanente degli studenti

1. Al fine di stabilire un rapporto continuo tra utenti dei servizi e Ateneo è costituita una Commissione permanente Studenti, la cui composizione paritetica e le cui funzioni sono stabilite con apposito regolamento, approvato dal Senato accademico, previa delibera del Consiglio di amministrazione.
2. I rappresentanti degli studenti eletti in Senato accademico e in Consiglio di amministrazione sono membri della commissione.
3. La commissione ha potere deliberativo in ordine alla ripartizione dei fondi destinati alla promozione e al sostegno delle attività culturali e ricreative degli studenti.

Attività della Commissione permanente degli studenti
Regolamento di funzionamento della Commissione permanente degli studenti

Calendario sedute e Ordini del Giorno:

Anno 2011
Anno 2012
Anno 2013
Anno 2014
Anno 2015
Anno 2016
Anno 2017
Materiali informativi su Ateneo e AVA a cura dei rappresentanti degli studenti e dei dottorandi della CPS

Materiale informativo



Consiglio degli studenti

Statuto di Ateneo
Art. 43 – Consiglio degli Studenti

1. Il Consiglio degli studenti svolge funzioni propositive e consultive nei confronti degli organi.
2. Il Consiglio esprime parere obbligatorio sulle seguenti materie: a) interventi per l’attuazione del diritto allo studio; b) variazioni di tasse e contributi studenteschi; c)disciplina di accesso ai corsi di studio. Il parere si intende reso in senso favorevole ove, per qualsiasi ragione, non pervenga entro quindici giorni dalla trasmissione del testo della proposta al Consiglio.
3. Il Consiglio è composto: a) dagli studenti membri del Consiglio di amministrazione, del Senato accademico e del Consiglio di amministrazione dell’Ente per il Diritto allo Studio Universitario; b) da tre studenti per ciascun Dipartimento designati al proprio interno dai rappresentanti degli studenti nei Consigli di Dipartimento in modo da garantire, per quanto possibile, la rappresentatività di ogni classe di laurea; c) da un dottorando di ricerca per ciascuna macroarea designato al proprio interno dai rappresentanti dei dottorandi nei Consigli di Dipartimento afferenti.
4. I componenti del Consiglio durano in carica per tutta la durata dei rispettivi mandati negli organi di governo e nei Consigli di Dipartimento.
5. Il Consiglio, a maggioranza assoluta dei sui componenti, si dota di un regolamento per il proprio funzionamento.

Composizione Consiglio degli Studenti (02/04/2015)
Convocazione seduta del 03/11/2015
Verbale seduta del 03/11/2015

Regolamento di funzionamento del Consiglio degli Studenti

Decreto Rettorale ricostituzione Consiglio degli Studenti a seguito del rinnovo delle Rappresentanze studentesche nei consessi accademici del 18 e 19 maggio 2016

Ordine del giorno seduta del 13 marzo 2017
Verbale seduta del 13 marzo 2017 - Designazione Presidente, Vicepresidente e Segretario

Ordine del giorno seduta del 15 maggio 2017
Verbale seduta del 15 maggio 2017
Verbale seduta del 22 settembre 2017
 


Commissioni paritetiche Docenti - Studenti

Statuto di Ateneo
Art. 31 – Commissione Paritetica

1. In ogni Facoltà ovvero in ogni Dipartimento nei casi di cui all’articolo 19, comma 2, è istituita una Commissione paritetica di docenti e studenti, competente a svolgere attività di monitoraggio dell’offerta formativa e della qualità della didattica, nonché delle attività di servizio agli studenti da parte dei professori e ricercatori; a individuare indicatori per la valutazione dei risultati; a formulare pareri sull’attivazione e la soppressione dei corsi di studio.
2. La composizione e il funzionamento delle Commissioni paritetiche sono disciplinati dal Regolamento generale di Ateneo.

Regolamento Generale di Ateneo

Art. 65 - Commissione paritetica

1. Presso ogni Facoltà, ovvero in ogni Dipartimento nei casi di cui all’art. 19, comma 2 dello Statuto, è istituita una Commissione paritetica composta da sei docenti (professori e ricercatori) e da sei studenti.
2. I sei docenti, due per ciascuna fascia, sono nominati dal Comitato direttivo della Facoltà (ovvero dal Consiglio di Dipartimento per le Commissioni paritetiche istituite nell’ambito di Dipartimenti), in modo da garantire, per quanto possibile, la rappresentatività di ogni classe di laurea.
3. I sei studenti vengono nominati dagli studenti membri del Comitato direttivo della Facoltà (ovvero del Consiglio di Dipartimento per le Commissioni paritetiche istituite nell’ambito di Dipartimenti) fra gli studenti iscritti ai corsi di studio afferenti alla Facoltà (o al Dipartimento).
4. Il Presidente della Commissione paritetica è eletto in seno alla Commissione tra i professori di prima fascia, il Vice-Presidente tra gli studenti e il Segretario tra i docenti.
5. La Commissione paritetica decade con la scadenza del mandato del Presidente della Facoltà.
6. Compiti della Commissione paritetica sono: a) svolgere attività di monitoraggio dell’offerta formativa, della qualità della didattica e dell’efficacia delle attività formative e delle scelte operate; b) esprimere parere circa la compatibilità tra i crediti assegnati alle attività formative e gli obiettivi formativi programmati dalle strutture didattiche; c) formulare pareri sull’attivazione e la soppressione dei corsi di studio; d) analizzare, con l’ausilio di opportuni indicatori, le opinioni espresse dagli studenti sui singoli insegnamenti, sulle altre attività didattico-formative e sui corsi di studio nel loro complesso, al fine di valutare il livello di soddisfazione degli studenti; questa attività si svolge in accordo con le iniziative dell’Ateneo ed in collaborazione con il Nucleo di Valutazione; e) elaborare per il Comitato direttivo della Facoltà, ovvero per il Consiglio di Dipartimento, proposte per il miglioramento dell’efficacia e della qualità dei servizi didattici.
7. Il servizio di segreteria della Commissione paritetica è fornito dalla Presidenza della Facoltà, ovvero, per le Commissioni paritetiche istituite nell’ambito di Dipartimenti, dalla Direzione del Dipartimento.

Riferimenti normativi

Art. 2, comma 2, lettera g della legge 240/2010

g) istituzione in ciascun dipartimento, ovvero in ciascuna delle strutture di cui alle lettere c) ovvero e), senza maggiori oneri a carico della finanza pubblica, di una commissione paritetica docenti-studenti, competente a svolgere attività di monitoraggio dell'offerta formativa e della qualità della didattica nonché' dell'attività di servizio agli studenti da parte dei professori e dei ricercatori; ad individuare indicatori per la valutazione dei risultati delle stesse; a formulare pareri sull'attivazione e la soppressione di corsi di studio. La partecipazione alla commissione paritetica di cui alla presente lettera non dà luogo alla corresponsione di compensi, emolumenti, indennità o rimborsi spese;

Art. 13 del Decreto Legislativo 19/2012

Relazione annuale delle commissioni paritetiche docenti-studenti

1. Le commissioni paritetiche docenti-studenti, previste dall'articolo 2, comma 2, lettera g), della legge 30 dicembre 2010, n. 240, redigono una relazione annuale che contiene proposte al nucleo di valutazione interna nella direzione del miglioramento della qualità e dell'efficacia delle strutture didattiche, anche in relazione ai risultati ottenuti nell'apprendimento, in rapporto alle prospettive occupazionali e di sviluppo personale e professionale, nonché alle esigenze del sistema economico e produttivo.
2. L'elaborazione delle proposte avviene previo monitoraggio degli indicatori di competenza di cui all'articolo 12, comma 4, e anche sulla base di questionari o interviste agli studenti, preceduti da un'ampia attività divulgativa delle politiche qualitative dell'ateneo, in modo da rendere gli studenti informati e consapevoli del sistema di qualità adottato dall'ateneo.
3. La relazione delle commissioni paritetiche docenti-studenti viene trasmessa ai nuclei di valutazione interna e al senato accademico entro il 31 dicembre di ogni anno.
4. Dall'attuazione del presente articolo non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

La Composizione delle Commissioni paritetiche Docenti - Studenti è disponibile al link voce Organi.

Garante degli Studenti
Il Garante degli studenti vigila nell'interesse e su istanza degli studenti, sulla corretta applicazione della disciplina relativa alla didattica, al diritto allo studio e alla carriera degli studenti. Per maggiori informazioni si rimanda alla pagina web dedicata