Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina -
il menu di navigazione -
Assicurazione della Qualità – AQ

Contenuto della pagina

L'Assicurazione della Qualità (AQ) di Ateneo


L'Assicurazione della Qualità (AQ) di Ateneo

La disciplina legata al sistema AVA (Autovalutazione, Valutazione periodica, Accreditamento) definisce per gli atenei un nuovo quadro regolamentare e procedurale al cui interno sviluppare una serie di attività volte a garantire l’Assicurazione della Qualità delle proprie Sedi e dei Corsi di Studio in esse attivati.

L’Assicurazione della Qualità (AQ) si configura come metodo posto alla base di ogni buona programmazione in ambito universitario, in relazione ai percorsi formativi ma che trova sempre maggiore applicazione anche nell’ambito della Ricerca e della Terza Missione. Il soddisfacimento dei requisiti di efficienza, efficacia e trasparenza dell’azione pubblica può infatti essere realizzato solo attraverso una serie di azioni volte ad accompagnare preliminarmente i diversi attori nell’acquisizione di una consapevolezza della Qualità come valore positivo e introducendo una consuetudine all’autovalutazione e alla valutazione, come elementi fondamentali in un approccio di miglioramento continuo e in un’ottica di sostenibilità a lungo termine della progettazione generale di un Ateneo.

L’Università di Pavia ha quindi inteso interpretare il nuovo quadro normativo introdotto dalla Legge 240/2010 e dal DM 19/2012, accompagnato dalle indicazioni e Linee Guida ANVUR, in termini immediatamente operativi, non trascurando però la continua riflessione critica e costruttiva sul tema più generale del nuovo sistema di Autovalutazione, Valutazione e Accreditamento delle Sedi e dei Corsi di Studio.

Un ruolo cruciale di coordinamento in questo ambito è esercitato dal Presidio di Qualità di Ateneo, istituito ed organizzato in modo tale da garantire la massima rappresentatività delle diverse aree disciplinari dell’Ateneo.


Convegno "Cultura della Qualità: esperienze a confronto" Università degli Studi di Pavia 18 febbraio 2016 Convegno "La visita di accreditamento periodico: una sfida possibile" Università degli Studi di Pavia 11 ottobre 2016
  • Saluto del Rettore
  • Assicurazione interna della Qualità: le novità di AVA 2.0 - Prof. Matteo Turri
  • L’accreditamento periodico alla luce dei nuovi requisiti di AVA 2.0 - Prof. Massimo Tronci
Registrazione Video dell'evento


Riferimenti normativi

Legge n. 240 del 20/12/2010

• Art. 1 c. 4
Il Ministero, nel rispetto della libertà di insegnamento e dell'autonomia delle università, indica obiettivi e indirizzi strategici per il sistema e le sue componenti e, tramite l'Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (ANVUR) per quanto di sua competenza, ne verifica e valuta i risultati secondo criteri di qualità, trasparenza e promozione del merito, anche sulla base delle migliori esperienze diffuse a livello internazionale, garantendo una distribuzione delle risorse pubbliche coerente con gli obiettivi, gli indirizzi e le attività svolte da ciascun ateneo, nel rispetto del principio della coesione nazionale, nonché con la valutazione dei risultati conseguiti.
Art. 5 c. 3 lettera d)
Nell'esercizio della delega di cui al comma 1, lettera a), del presente articolo, il Governo si attiene ai principi di riordino di cui all'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, e ai seguenti principi e criteri direttivi:
(omissis)
d) definizione del sistema di valutazione e di assicurazione della qualità degli atenei in coerenza con quanto concordato a livello europeo, in particolare secondo le linee guida adottate dai Ministri dell'istruzione superiore dei Paesi aderenti all'Area europea dell'istruzione superiore;

Decreto legislativo n. 19 del 27/01/2012

Decreto ministeriale n. 47 del 30/01/2013

Decreto ministeriale 1059 del 23/12/2013


Standards and Guidelines for Quality Assurance in the European Higher Education Area (ESG)
(adottate nella Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 febbraio 2006 sul proseguimento della cooperazione europea in materia di certificazione della qualità nell’istruzione superiore - 2006/143/CE)

Standards and Guidelines for Quality Assurance in the European Higher Education Area (ESG) - May 2015



Il Presidio della Qualità di Ateneo
Nel quadro nella disciplina AVA e della sua realizzazione operativa in Ateneo, un ruolo fondamentale è attribuito al Presidio di Qualità (PQA), cui sono attribuiti compiti di:
- promuovere la cultura della qualità nell’Ateneo;
- attuare la politica per la qualità definita dagli organi politici di Ateneo;
- sovraintendere allo svolgimento adeguato e uniforme delle procedure di assicurazione della qualità di tutto l’Ateneo;
- proporre strumenti comuni per l’assicurazione della qualità e adeguati interventi formativi ai fini della loro applicazione;
- garantire la capacità di miglioramento continuo dei processi primari (erogazione dei servizi formativi e di ricerca) dell’Ateneo nonché dell’efficacia e dell’efficienza delle strutture che li erogano;
- assicurare il monitoraggio delle procedure di AQ dell’Ateneo affinché ne sia garantita l’adeguatezza e l’uniformità.

Il PQA è così composto:

• Prof.ssa Anna Occhipinti (coordinatore del Presidio)
• Prof. Angelo Buizza (Area Ingegneria)
• Prof. Simone Antonio Giuseppe Gerzeli (Area Giuridico-economico- politica)
• Prof. Giuseppe lnvernizzi (Area Umanistica)
• Prof.ssa Maria Cristina Bonferoni (Area Scientifica)
• Prof.ssa Simona Villani (Area Medicina)
• Dott.ssa Maria Spoldi (dirigente Area Didattica e Servizi agliStudenti)
• Dott.ssa Elena Albera (responsabile Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti)
• Dott.ssa Sofia Baggini (responsabile Servizio Ricerca e Terza Missione)
• Dott. Matteo Bonabello (responsabile Servizio Programmazione Didattica)


Stante la complessità e la numerosità delle aree disciplinari e dei dipartimenti che le contengono, il PQA è inserito in un modello a rete, in cui viene affiancato da cinque Presìdi locali. Il referente di ciascun Presidio locale confluisce poi nel PQA, svolgendo la duplice funzione di trasferire localmente gli orientamenti e le indicazioni del PQA, garantendo in questo modo una gestione uniforme delle attività legate all’Assicurazione di Qualità, e di portare a fattor comune peculiarità e specificità che a livello di singola macroarea possano emergere. I Presidi locali vedono la partecipazione anche del Coordinatore didattico di Area , una figura amministrativa a supporto di tutta la fase di progettazione, erogazione e valutazione dei singoli Corsi di Studio.