Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina -
il menu di navigazione -
Iniziative di altri Enti

Contenuto della pagina

Premio Giovanni Testori - Terza edizione

Premio Giovanni Testori - Terza edizione
Giovanni Testori è stato uno dei grandi protagonisti della scena culturale italiana del secondo ‘900.
Autore scomodo, isolato dalla cosiddetta società letteraria, ma profondamente legato alla cultura
figurativa, da Gaudenzio Ferrari a Tanzio da Varallo, da Ceruti a Morlotti a Varlin, ha impegnato tutto se stesso per giungere a una formulazione radicale del proprio statuto: vi albergano la lucidità e la follia, la pietà e la rivolta, la furente immaginazione e sperimentazione del linguaggio e la realtà è vissuta da parte degli umili, dei reietti, di quelli che nella piramide del viver civile sono al fondo.
Dai ciclisti del “Roserio” ai drogati della Milano indifferente degli anni Ottanta, Testori ha accompagnato con la sua voce roca e impietosa il destino della sua città, quella Milano prima raccontata nella vitalità delle sue periferie, e poi continuamente messa a fronte, spesso attraverso figurazioni apocalittiche, del suo lento degrado.
Per questo si è voluto che il premio fosse voce della realtà cittadina. Ne sono coinvolti il Piccolo
Teatro di Milano, il Teatro Franco Parenti, dove Testori ha lavorato all’inizio e nella fase centrale della sua carriera, la Fondazione Corriere della Sera, espressione del quotidiano dove per tanti anni lo scrittore ha esercitato su diversi fronti la propria attività culturale, la Pinacoteca di Brera (cuore degli interessi figurativi dello scrittore), la Biblioteca Nazionale Braidense, la Casa Editrice Giangiacomo Feltrinelli, che ha segnato con I Segreti di Milano gli esordi dello scrittore e sta ripubblicando parte dell'opera omnia.
Scadenza: 31 luglio 2018
Info