Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina -
il menu di navigazione -
Area Stampa

Contenuto della pagina

La città com’era, com’è, e come la vorremmo

“Pavia 100 torri”, l'osservatorio permanente sull'antico del dipartimento di Studi umanistici dell’Università di Pavia, organizza venerdì 8 febbraio, in aula del 400, il convegno "La città com’era, com’è, e come la vorremmo".

Una giornata di studio sul tema della ‘Città’, fra l’antichità e il mondo contemporaneo, fra continuità e discontinuità, che si propone di offrire alla cittadinanza un momento di dibattito fra studiosi dell’antico, architetti, docenti e studenti, per una corretta analisi dell’idea di città: com’era, com’è e come la vorremmo.

L’Osservatorio Permanente sull’Antico nasce a Pavia nel 2012, con l’obiettivo di fare da ponte tra Ateneo e territorio e grazie al contributo finanziario della sezione di Scienze dell’Antichità del Dipartimento di Studi Umanistici e della Fondazione della Banca del Monte di Lombardia. La prima azione del progetto triennale è stata rivolta ad alcune scuole primarie e secondarie di Pavia e provincia.

Obiettivi dell’Osservatorio - L’Osservatorio ha come principale obiettivo quello di evitare che il mondo antico resti chiuso tra le mura di biblioteche e Università e si prefigge di essere un ponte tra l’Ateneo e il territorio. Un osservatorio permanente sull’antico che riesca, in questo modo, ad attrarre persone a Pavia (e di Pavia) a conoscerne il passato per diffonderlo altrove, promuovendo:
- gli spostamenti di studiosi e studenti per scambi culturali e per partecipazioni a convegni e a scavi archeologici;
- la diffusione in Europa e nel Mediterraneo dell’immagine della città e dell’Osservatorio Pavia-100torri favorendo lo sviluppo di un turismo culturale e non soltanto eno-gastronomico;
- la riduzione della distanza tra Università e cittadini, attraverso un’opera capillare di educazione all’antico in tutti i suoi aspetti (materiali e non) presso le scuole della città, della provincia e della regione;
- l’organizzazione di mostre, eventi scientifico-culturali e, quindi, situazioni favorevoli per incontri e scambi di idee e punti di vista.

Programma
La città com’era, com’è, e come la vorremmo
venerdì 8 febbraio, aula del 400


9.30 - Saluti delle autorità
10.00 - Presentazione dell’Osservatorio Permanente sull’Antico a cura di E. Corti
10.15 - Apertura dei lavori con una prolusione del prof. D. Lanza.

10.30 - Presentazione della mostra fotografica Junk Space Pavia: viaggio nella città periferica a cura dell’Associazione MoreThanArch; a seguire proiezione del video Junk Space Pavia: Osservatorio suburbano.

Prima sessione della giornata: presiedono proff. C. Berizzi e S. Maggi.
10.45 - A. Cibic, “Rethinking Happiness”: fai agli altri quello che vorresti fosse fatto a te. Nuovi stili di vita per nuove realtà
11.15 - Presentazione del progetto e stato dei lavori: Scuola primaria Vallone e Istituto Volta.

Seconda sessione della giornata: presiede prof.ssa C. Mora
12.00 - G. Bergamini, Babilonia: da metropoli del mondo antico a mito eterno.
12.30 - M. Harari, Fu vera polis? La città degli Etruschi.

Terza sessione della giornata: presiedono proff. A. Beltrametti e F. Gasti
15.00 - L. Spina, Monologo della città e discorsi del cittadino nella Grecia antica.
15.30 - Presentazione del progetto e stato dei lavori: Licei Classici Foscolo e San Giorgio.
Quarta sessione della giornata: presiede prof.ssa C. Carsana
15.50 - M. Humm, Il Comizio del Foro e le istituzioni della repubblica romana.
16.20 - Chiusura dei lavori a cura dei proff. E. Migliario e C. Zizza.

PAVIA-100TORRI: L’OSSERVATORIO SULL’ANTICO
presso il Dipartimento di Studi Umanistici - Sez. Scienze dell’Antichità
Pal. San Tommaso - Piazza del Lino 2 - 27100 Pavia
osservatoriosullantico@unipv.it